Veterinari

Quando pensiamo ai servizi di una ASL spesso dimentichiamo il grande lavoro svolto dai veterinari, che operano su tanti settori diversi per garantire la salute e il benessere dei cittadini oltre che degli animali.   
La loro attività si rivolge ai proprietari di animali d’affezione ma anche ad allevatori, veterinari, biologi, farmacisti, produttori e distributori di alimenti zootecnici, associazioni animaliste ed ambientaliste, altri Enti Pubblici ed Istituzioni (Università, Regioni, Province, Comuni), Corpo Forestale dello Stato, Nucleo Anti Sofisticazione (NAS), Guardia di Finanza e ad Associazioni di categoria.
L'accurata e costante funzione di vigilanza, controllo e prevenzione garantisce la nostra serenità nelle azioni più comuni, come il consumo di alimenti di origine animale, e tutela la salute pubblica anche attraverso campagne informative ed educazionali.

I Servizi Veterinari chiudi dettagli apri dettagli

I Servizi Veterinari concorrono  a garantire, con le loro attività, un livello di tutele più elevato per la salute del cittadino. 
Le prestazioni rese all’interno della sanità pubblica veterinaria vengono classificate come Livelli Essenziali di Assistenza, entrando a far parte di quei parametri che, scelti per la valutazione globale del sistema, definiscono cosa deve essere garantito e non può essere negato al cittadino per la sua salute.

I Servizi Veterinari sono inseriti all'interno del Dipartimento di Prevenzione della ASL, svolgono molte funzioni:

  • la prevenzione e il controllo nel comparto zootecnico (allevamenti animali tradizionalmente considerati da reddito e loro produzioni) e nel settore dell'igiene urbana veterinaria (animali e popolazioni animali che generalmente convivono con l'uomo), con l'attuazione dei Piani Sanitari di Profilassi negli allevamenti; la gestione delle Anagrafi zootecniche (anagrafe bovina, bufalina, ovi-caprina, equina, avi-cunicola, apistica); il monitoraggio costante delle movimentazioni e della consistenza dei capi negli allevamenti per la rintracciabilità; l'attività di vigilanza sulla tutela degli animali da affezione e l'attività di prevenzione del randagismo attraverso l'anagrafe canina, interventi di soccorso e cattura degli animali vaganti su richiesta delle Autorità, promozione di Progetti di Educazione Sanitaria e vigilanza sull'osservazione delle norme relative alla Sanità Animale;
  • la tutela della salute del consumatore da tutti i possibili danni arrecabili all’uomo dall’animale in vita e dai prodotti che da esso si ottengono compresi gli alimenti,
  • la salvaguardia igienico sanitaria delle produzioni zootecniche lungo tutta la filiera di produzione trasformazione e distribuzione degli alimenti di origine animale, attuata attraverso una promozione della salute animale, del loro benessere e protezione.

Le azioni di sanità pubblica veterinaria nella prevenzione collettiva sono volte ad assicurare la salute degli animali, quindi la salubrità degli alimenti da questi derivanti e in ultima analisi  la stessa salute umana, attraverso attività che si esplicano lungo tutta la filiera agrozootecnica: dal campo alla tavola.

In Italia il sistema di gestione e di monitoraggio della Sicurezza Alimentare svolto attraverso i servizi veterinari delle ASL garantisce l’applicazione delle norme dell'Unione Europea racchiuse in quello che viene definito “pacchetto igiene” comprendente anche azioni di garanzia della lealtà degli scambi commerciali.,

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.