Rimborsi per trattamento dialitico e plasmaferesi terapeutica

Alle persone sottoposte a trattamento dialitico è riconosciuto dalla ASL un contributo per le spese sostenute per l’uso dei mezzi di trasporto.

Chi ha diritto chiudi dettagli apri dettagli

Hanno diritto al contributo:

  •     cittadini (italiani, comunitari, extracomunitari) iscritti al S.S.N. residenti nella ASL Roma 1
  •     cittadini comunitari con codice E.N.I. domiciliati nella ASL Roma 1
  •     cittadini extracomunitari con codice S.T.P. domiciliati nella ASL Roma 1

Non hanno diritto al contributo:

  •     cittadini comunitari che soggiornano per periodi inferiori a 3 mesi (pertanto non iscritti al S.S.N.)
Procedura rimborsi spese di viaggio Municipi 1 (ex 17), 13, 14, 15 chiudi dettagli apri dettagli

Il rimborso spese di viaggio viene erogato in relazione al mezzo di trasporto utilizzato.

Uso dei mezzi di pubblico trasporto
Viene rimborsata per intero la spesa sostenuta, su presentazione del titolo di viaggio in originale

Documentazione necessaria

  • domanda su modello predisposto (modulistica - Allegato1)
  • certificato rilasciato dal Responsabile del Centro Dialisi indicante i giorni di trattamento (le sedute di emodialisi effettuate)
     

Uso di autovettura privata
Il rimborso è pari a 1/5 del costo della benzina (costo diffuso dal Ministero dello Sviluppo Economico)  per ogni chilometro percorso per il viaggio di andata e ritorno dal proprio domicilio (effettiva abitazione anche se diversa dalla residenza) al Centro Dialisi. Vengono rimborsate anche le spese sostenute e documentate in originale, per eventuali pedaggi autostradali.     

Documentazione necessaria:

  • domanda su modello predisposto (modulistica - Allegato1)
  • certificato rilasciato dal Responsabile del Centro Dialisi indicante i giorni di trattamento (le sedute di emodialisi effettuate)

Uso di autovettura privata utilizzata da altri (accompagnatore: familiare, convivente, personale addetto all'assistenza)
Il paziente deve fare espressa richiesta del rimborso per il viaggio di andata e ritorno due volte nella stessa giornata. In tal caso il contributo può essere corrisposto due volte nella stessa giornata, fino ad un massimo di 60 chilometri (distanza dal domicilio al Centro Dialisi pari a 15 Km). Sono possibili deroghe ai 60 km compatibilmente alla distanza percorribile.    

Documentazione necessaria:

  • domanda su modello predisposto (modulistica - Allegato 1)
  • certificato rilasciato dal Responsabile del Centro Dialisi indicante i giorni di trattamento (le sedute di emodialisi effettuate)
  • dichiarazione dell'accompagnatore (modulistica - Allegato 2) uso di auto pubblica (taxi): oltre a quanto previsto al punto b. viene riconosciuto un contributo aggiuntivo fisso pari a euro18,00 per singola seduta dialitica.

Uso di auto pubblica (taxi)
Oltre a quanto previsto per l'uso di auto privata,viene riconosciuto un contributo aggiuntivo fisso pari a euro18,00 per singola seduta dialitica.

Documentazione necessaria:

  • domanda su modello predisposto (modulistica - Allegato1)
  • certificato rilasciato dal Responsabile del Centro Dialisi indicante i giorni di trattamento (le sedute di emodialisi effettuate)
  • attestazioni di pagamento (fattura o ricevuta fiscale) delle corse effettuate indicanti il giorno e il percorso

 Uso mezzo collettivo di trasporto organizzato da cooperative, società, associazioni di volontariato:
       
Paziente autosufficiente
Oltre a quanto previsto per l'uso di auto privata, viene riconosciuto un contributo aggiuntivo fisso pari a euro18,00 per singola
seduta dialitica
Documentazione necessaria:

  • domanda su modello predisposto (modulistica - Allegato1)
  • certificato rilasciato dal Responsabile del Centro Dialisi indicante i giorni di trattamento (le sedute di emodialisi effettuate)
  • attestazioni di pagamento (fattura) indicanti i giorni del trasporto al Centro Dialisi

Paziente in carrozzina
Oltre a quanto previsto per l'uso di auto privata, viene riconosciuto un contributo aggiuntivo fisso pari a euro 25,00 per singola    
seduta dialitica
Documentazione necessaria:

  • domanda su modello predisposto (modulistica - Allegato 3)
  • certificato rilasciato dal Responsabile del Centro Dialisi indicante i giorni di trattamento (le sedute di emodialisi effettuate) e la necessità dell'utilizzo della carrozzina
  • attestazioni di pagamento (fattura) indicanti i giorni del trasporto al Centro Dialisi.

Paziente che necessita di trasporto individuale (paziente che abita a notevole distanza - 50/70 Km - dal più vicino centro dialisi, o in zone non collegate, o con viabilità ridotta)
Oltre a quanto previsto all'uso di auto privata. viene riconosciuto un contributo aggiuntivo fisso pari a euro 50,00 per singola seduta dialitica      

Documentazione necessaria: 

  • domanda su modello predisposto (modulistica - Allegato 4)
  • certificato rilasciato dal Responsabile del Centro Dialisi indicante i giorni di trattamento (le sedute di emodialisi effettuate)
  • dichiarazione, con cadenza bimestrale, dei responsabili dei centri dialisi situati in prossimità dell'abitazione in merito all'indisponibilità di posti dialisi ed all'inserimento del paziente nella lista di attesa
  • attestazioni di pagamento (fattura) indicanti i giorni del trasporto al Centro Dialisi.

 

Per le sedute di dialisi effettuate nei giorni festivi le cifre fisse (euro18,00, euro 25,00 ed euro 50,00) sono maggiorate del 15% (euro 20,70, euro 28,75 ed euro 57,50).
Per il calcolo dei chilometri da casa al centro dialisi, deve essere considerato il percorso più breve, salvo eccezioni documentate.

Ai pazienti che versano in difficoltà economiche, su richiesta adeguatamente documentata dagli stessi, la ASL  anticipa le spese necessarie al trasporto.

Procedura rimborso spese viaggio Municipi 1 (ex 1), 2, 3 chiudi dettagli apri dettagli

Ai pazienti dializzati che presentano delle disabilità permanenti o momentanee, tali da impedire l'autonomia,  sono garantiti i seguenti servizi:

  • Trasporto gratuito il paziente é accompagnato dall'abitazione al centro di riferimento dialisi e viceversa.
    Dove rivolgersi Il servizio é erogato dal servizio Disabili Adulti del distretto di residenza
    Cosa serve deve essere prodotta la necessaria documentazione che comprovi la necessità del servizio trasporto.
    Sedi di riferimento: Municipio 1 (ex 1) - Municicipio 2 (ex 2 e ex 3) - Municipio 3 (ex 4)
     
  • Rimborso trasporto nel caso in cui il Distretto non fosse in grado di garantire il servizio pur in presenza dei requisiti richiesti, il paziente dovrà provvedere privatamente al trasporto salvo rimborso previa presentazione di fattura.
    Dove rivolgersi: Il servizio è erogato dall'UO Medicina Generale
    Cosa serve Prima di procedere all'utilizzo del servizio: rimborso trasporto, il paziente dovrà verificare la disponibilità del  Distretto all'erogazione del servizio come sopra indicato punto A.
Trasporto in ambulanza chiudi dettagli apri dettagli

Il trasporto in ambulanza è riservato ai residenti in condizioni di totale non autosufficienza e che ne abbiano fatto preventiva richiesta.
È necessario che il paziente o il Centro Dialisi inoltri la richiesta (modulistica - Allegato 7) al Responsabile del Centro Dialisi dell'Ospedale S. Spirito allegando il certificato del Responsabile del Centro Dialisi dove effettua la dialisi che specifichi:   

  •     la gravità e la necessità per il paziente del trasporto in ambulanza;
  •     la tipologia del trattamento dialitico;  
  •     il numero e la cadenza settimanale dei trattamenti.

La ASL Roma 1 provvederà, direttamente o tramite convenzione con erogatori esterni, ad assicurare il trasporto dal domicilio al Centro Dialisi e viceversa dei residenti sul proprio territorio entro 24 ore dalla richiesta.

Qualora la ASL non sia in grado di organizzare tale servizio è tenuta a corrispondere al paziente un contributo pari a euro 130,00 per dialisi.
Documentazione necessaria per il rimborso trasporto in ambulanza:

  •     domanda dell'assistito (modulistica - Allegato 1);
  •     certificato mensile dal Responsabile del Centro Dialisi attestante il trattamento;
  •     certificato rilasciato dal Responsabile del Centro Dialisi attestante la gravità e la necessità per il paziente del trasporto in ambulanza;
  •     attestazioni di pagamento (fattura o ricevuta fiscale) indicanti i giorni del trasporto al Centro Dialisi.

Non sarà possibile procedere al rimborso per il trasporto in ambulanza qualora non sia stata presentata la richiesta nei modi previsti o la stessa non sia stata autorizzata dal Responsabile del Centro Dialisi dell'Ospedale S. Spirito.

Contributo assistiti in dialisi domiciliare chiudi dettagli apri dettagli

Il contributo annuale per gli assistiti in dialisi domiciliare viene rilasciato dietro presentazione della seguente documentazione:

Il contributo deve essere suddiviso in dodicesimi (ovvero corrisposto per i mesi di effettivo trattamento).

Ai pazienti che versano in difficoltà economiche, su richiesta adeguatamente documentata dagli stessi, la ASL anticipa le spese necessarie al trattamento.

Rimborso prestazioni fuori Regione/Nazione chiudi dettagli apri dettagli

Per il rimborso di prestazioni dialitiche effettuate fuori Regione/Nazione (altre Regioni o altri Stati o Territoro Navigante) bisogna produrre la seguente documentazione:

  • domanda dell'assistito (modulistica - Allegato 8)
  • fattura di pagamento.
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.