Oncologici

Le malattie oncologiche rappresentano la seconda causa di morte dopo le malattie cardiovascolari. Anche se la mortalità per cancro ha manifestato un modesto declino negli ultimi anni, il numero di casi continua ad aumentare a causa della crescente longevità della popolazione. Dato che per molti tumori non esistono ancora terapie soddisfacenti, è necessario dare il massimo spazio alla prevenzione, sia primaria sia secondaria.
Si stima che l'80% dei tumori siano di origine ambientale, cioè legati al tipo di lavoro, alla dieta, al consumo di tabacco e di alcol, all'esposizione ai raggi solari. Il fumo è il più importante fattore di rischio prevenibile, dato che si ritiene che il 90% dei tumori polmonari (ma che anche neoplasie di altri distretti, come lo stomaco, la mammella, la vescica e la laringe) siano legati al fumo di sigaretta.
La prevenzione secondaria permette l'identificazione di tumori in stadio iniziale, suscettibili di cure radicali con prognosi migliore.
La mammografia e l'esame periodico del seno, la ricerca del sangue occulto nelle feci, la determinazione periodica del PSA sono strumenti di prevenzione secondaria attualmente molto diffusi.

Le malattie oncologiche chiudi dettagli apri dettagli
  • Carcinoma baso-cellulare: è la forma più frequente di tumore della pelle, e in generale di tutte le neoplasie della razza bianca. Insorge nelle cellule basali cutanee, da cui prende il nome Carcinoma squamo-cellulare (è al secondo posto per diffusione dopo il carcinoma baso-cellulare);
  • Cheratosi attinica: è una lesione precancerosa della pelle, appare soprattutto dopo i 40 anni a causa dell’effetto cumulativo dell’esposizione solare;
  • Melanoma: origina dai melanociti, le cellule che producono la melanina;
  • Tumore del colon-retto: è in assoluto il tumore a maggiore insorgenza nella popolazione italiana;
  • Tumore del fegato: è il quinto tumore più diffuso nel mondo. In Italia sono oltre 21mila le persone con pregressa diagnosi di cancro al fegato;
  • Tumore della cervice uterina: si può prevenire. Importante scoprire le lesioni precancerose prima che evolvano in carcinoma;
  • Tumore della mammella: è il tumore più frequente nel sesso femminile;
  • Tumore della prostata: è il tumore più frequente nella popolazione maschile italiana;
  • Tumore dello stomaco;
  • Tumore del testicolo: è uno dei tumori con maggiori probabilità di guarigione: circa il 90% delle persone che si ammalano di tumore al testicolo è ancora vivo dopo 10 anni dalla diagnosi;
  • Tumori del polmone: il fumo di sigaretta è il principale fattore di rischio per il cancro del polmone, è responsabile di circa il 90% dei casi.
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.