modulo per la segnalazione di condotte illecite da parte del dipendente pubblico (art. 54 BIS del D.Lgs. 165/2001 whistleblower)

MODULO PER LA SEGNALAZIONE DI CONDOTTE ILLECITE DA PARTE DEL DIPENDENTE PUBBLICO AI SENSI DELL’ART. 54-BIS DEL D. LGS. 165/2001

Il presente modulo, predisposto sul modello dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (cfr. “Linee guida del 28 aprile 2015”) deve essere utilizzato da:

  • dipendenti
  • collaboratori e i consulenti, con qualsiasi tipologia di contratto o incarico e a qualsiasi titolo
  • collaboratori a qualsiasi titolo di imprese fornitrici di beni o servizi o che realizzano opere in favore dell’amministrazione

che intendono segnalare situazioni di illecito riguardanti la ASL Roma 1, di cui siano venuti a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro.

Si rammenta che l’ordinamento tutela i soggetti che hanno effettuato la segnalazione. A tal fine, come previsto dalla legge, l’amministrazione ha predisposto sistemi di tutela della riservatezza circa l’identità del segnalante. In particolare l’identità del segnalante è protetta:

  • nel procedimento disciplinare, l’identità del segnalante non può essere rivelata senza il suo consenso, sempre che la contestazione dell’addebito disciplinare risulti fondata su accertamenti distinti e ulteriori rispetto alla segnalazione oppure qualora la contestazione dell’addebito disciplinare sia fondata, in tutto o in parte, sulla segnalazione e la conoscenza dell’identità del segnalante risulti assolutamente indispensabile alla difesa dell’incolpato;
  • la denuncia è sottratta all’accesso previsto dagli articoli 22 ss. della legge 7 agosto 1990, n. 241;
  • il denunciante che ritiene di essere stato discriminato nel lavoro a causa della denuncia può segnalare i fatti di discriminazione al Responsabile della prevenzione della corruzione della  Provincia di Trieste e, eventualmente, all’Ispettorato del Dipartimento della Funzione pubblica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La segnalazione può essere presentata tramite invio all’indirizzo di posta elettronica anticorruzione@aslroma1.it appositamente dedicato alla ricezione delle segnalazioni e in uso esclusivo del RPTC della AL Roma 1;

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.