Mission

L’Azienda Sanitaria Locale, nel quadro delle risorse ad essa destinate, ha come scopo la promozione e la tutela della salute, sia individuale che collettiva, della popolazione residente e comunque presente a qualsiasi titolo nel proprio ambito territoriale, per consentire la migliore qualità di vita possibile, garantendo ai cittadini i livelli essenziali di assistenza, definiti dal Servizio Sanitario Nazionale e Regionale, attraverso l’organizzazione e la gestione di servizi e prestazioni preventive, di cura e riabilitative, prodotte ed erogate nel rispetto dei principi di appropriatezza e sulla base delle più moderne conoscenze tecnico-scientifiche e in coerenza con le evidenze epidemiologiche assicurando, al contempo, i parametri qualitativi migliori come definiti dalle normative nazionali e internazionali e dagli indirizzi dell’Unione Europea, il rispetto degli obiettivi costituzionali nonché dei vincoli di bilancio definiti dalla programmazione nazionale e regionale.
L’Azienda concorre, inoltre, alla realizzazione della più vasta missione del Servizio Sanitario della Regione Lazio, anche integrando i servizi sociali e socio-assistenziali del Comune di Roma e dei Municipi di riferimento, per quanto espressamente previsto o delegato.

Le sfide chiudi dettagli apri dettagli

Le grandi sfide della ASL Roma 1 per il triennio 2016-2018, così come definite nella programmazione aziendale:

  1. Costruire una nuova identità come azienda pubblica di riferimento per i problemi di salute della popolazione
  2. Diventare un’azienda moderna, solida ed innovativa
Principi guida e valori fondanti chiudi dettagli apri dettagli

La Costituzione della Repubblica, all’articolo 32, definisce la salute “Diritto dell’individuo e interesse della collettività”.
I principi guida e i valori fondanti ai quali l’Azienda ispira la propria azione nel perseguimento della missione e della vision aziendale sono:

  • Centralità della persona - L’Azienda pone quale obiettivo prioritario il perseguimento della soddisfazione del cittadino sviluppando rapporti di fiducia attraverso l’implementazione della funzione d'accoglienza, di ascolto attivo e di facilitazione dell’accesso ai servizi e alle cure, orientando le azioni e le attività verso l’efficacia della presa in carico, nel rispetto del diritto all’uguaglianza, dell’integrità personale e delle convinzioni etiche e religiose, con l’erogazione di prestazioni sanitarie orientate al perseguimento della qualità dell’appropriatezza e dell’umanizzazione. A tal fine rende facilmente disponibili ed accessibili le informazioni, avvalendosi di canali di comunicazione idonei a fornire ai beneficiari dei servizi gli strumenti utili e necessari per consentire una scelta consapevole.
  • Trasparenza, Etica e Finalità di Servizio Pubblico - L’Azienda promuove la cultura della trasparenza, intesa non solo come diritto di accesso ai documenti ed atti, ma quale strumento di promozione della visibilità dell’attività decisionale e di elemento di controllo dell’integrità delle sue modalità di azione e di intervento, quale attuazione dei principi costituzionali di uguaglianza, imparzialità, buon andamento, efficienza e di efficacia che sono alla base della garanzia di tutela delle libertà individuali e collettive del cittadino. L’Azienda promuove, altresì, la trasparenza quale leva strategica per conseguire un cambiamento culturale degli operatori contribuendo da un lato a correggere eventuali inefficienze nell’azione amministrativa e dall’altro a sviluppare valori di etica e di integrità e il loro senso di appartenenza all’organizzazione e di identificazione nelle finalità del Servizio Pubblico.
  • Efficacia ed Equità - L’Azienda promuove scelte organizzative e operative utili a perseguire omogeneità dei servizi ed equità distributiva, attivando processi e percorsi di cura strutturati e standardizzati per una efficace ed omogenea presa in carico globale dei problemi di salute e di continuità di cura e dell’assistenza nelle varie fasi di bisogno. A tal fine l’Azienda orienta la domanda verso l’appropriatezza delle prestazioni di provata efficacia sulla base delle conoscenze scientifiche e adegua l’uso delle risorse in senso dinamico e flessibile. A ciò provvede anche svolgendo un efficace ruolo di committenza ed opera in sinergia con le Istituzioni locali per condividere e attuare adeguati programmi di integrazione sociosanitaria.
  • Partecipazione e Comunicazione - L’Azienda promuove il coinvolgimento attivo dei cittadini, delle famiglie, delle Istituzioni, delle Associazioni, delle organizzazioni no profit, del terzo settore e delle Comunità in una logica di sinergia, al fine di garantire con la loro partecipazione responsabile il perseguimento unitario delle migliori scelte di politiche sanitarie e di protezione sociale. A tal fine rende sistematica la misurazione del livello di customer satisfaction quale input rilevante per i processi interni di miglioramento e di innovazione delle caratteristiche dei prodotti/servizi e delle modalità dei processi di produzione e dei rapporti relazionali. L’Azienda favorisce la comunicazione promuovendo un processo di rinnovamento e modernizzazione attraverso la rete internet ed intranet, nonché con canali e strumenti diversificati e modalità multicanale, con particolare attenzione alle persone con difficoltà fisiche e culturali, favorendo la comprensibilità del linguaggio anche ai fini dell’empowerment dei cittadini e rafforzando la nuova identità aziendale.
  • Benessere Organizzativo e Sviluppo Professionale - L’Azienda garantisce lo sviluppo professionale e i percorsi di benessere organizzativo negli ambienti di lavoro, predisponendo misure organizzative, ambientali, relazionali ed economiche tese al miglioramento del clima aziendale. L’Azienda promuove inoltre la formazione del personale volta a migliorare le conoscenze tecnico – professionali, a sostenere innovazione e cambiamento, a sviluppare e rafforzare le conoscenze e le competenze dei professionisti, a favorire il trasferimento delle migliori evidenze scientifiche nella pratica professionale, a rafforzare e consolidare la qualità dell’assistenza sanitaria e socio‐sanitaria in termini di sicurezza, efficacia, efficienza, appropriatezza ed equità, anche al fine dell’implementazione della qualità del servizio erogato e del grado di soddisfazione riscontrato dal cittadino.
  • Innovazione e sviluppo - L’Azienda impronta la propria organizzazione secondo una logica innovativa finalizzata alla costruzione di una nuova identità pubblica in grado di gestire i problemi di salute della popolazione residente intercettandone attivamente i bisogni, espressi ed inespressi, traducendoli in domanda appropriata e riequilibrando di conseguenza l’offerta di servizi. A tal fine è indispensabile promuovere una organizzazione dei servizi pensata in un’ottica di processo in grado di attivare percorsi di assistenza e di presa in carico strutturati, coordinati ed integrati con una costante verifica delle attività poste in essere e sviluppare l’innovazione sia nei processi clinico – assistenziali che organizzativo – gestionali.
Il bacino d'utenza chiudi dettagli apri dettagli

Il bacino di utenza della ASL Roma 1 è composto in primo luogo dai residenti sul territorio dell’Azienda, ma anche da soggetti stabilmente o temporaneamente presenti e da soggetti altrove domiciliati ma che utilizzano, con diversa regolarità, le strutture di erogazione dell’Azienda.

Distretto 1
Popolazione 194.546
Estensione Territoriale 19,9
Densità Abitativa 9.776,2

Distretto 2
Popolazione 167.986
Estensione Territoriale 19,6
Densità Abitativa 8.570,7

Distretto 3 
Popolazione 204.056
Estensione Territoriale 97,8
Densità Abitativa 2.086,5

Distretto 13
Popolazione 133.496
Estensione Territoriale 68,7
Densità Abitativa 1.943,2

Distretto 14
Popolazione 183.337
Estensione Territoriale 131,3
Densità Abitativa 1.442,0

Distretto 15
Popolazione 157.441
Estensione Territoriale 186,7
Densità Abitativa 843,3

Inoltre opolazione carceraria nel territorio della ASL Roma 1 insistono 2 Istituti carcerari:

  • La Casa circondariale di Regina Coeli ubicata nel territorio del Distretto 1, e precisamente nel rione Trastevere, dislocata in un complesso edilizio risalente al 1654, dove si registra la presenza media di circa 800 detenuti, con un turn over di circa 5000 detenuti l’anno.
  • L’Istituto Penale Minorile di Casal del Marmo, ubicato nel Distretto 14 che ospita mediamente 70 detenuti di età compresa tra i 14 aa. e 25 aa, con un’alta percentuale di ricambio per l’applicazione di misure alternative alla detenzione, finalizzate al reinserimento sociale.
Elementi identificativi chiudi dettagli apri dettagli

Ambito territoriale di riferimento: comprende i Municipi di Roma Capitale I, II, III, XIII, XIV e XV.
Superficie totale: 524,0 km/q, pari a 40,8% della superficie complessiva del Comune di Roma
Popolazione residente: 1.046.862, pari al 36,4% della popolazione complessiva residente nel Comune di Roma
Popolazione immigrata: 154.952, pari a ca. 43% della popolazione immigrata del Comune di Roma
(fonte dati: Ufficio di Statistica e Censimento Roma Capitale - anno 2014)
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.