Accertamenti e Atti Collegati ad Allerte Alimentari

Gli alimenti a rischio, cioè quelli ritenuti dannosi per la salute o inadatti al consumo umano, ai sensi dell'art. 14 Reg. CE 178/02, non possono essere immessi sul mercato. A tale scopo è istituito un apposito sistema informatizzato comunitario di allerta rapido (RASFF - art. 50, Reg. 178/08) che consente di individuare e comunicare i prodotti non conformi ed il relativo rischio. In linea generale tale rischio è legato al reperimento, spesso accertato per via analitica, di contaminati fisici, chimici o biologici capaci di determinarlo. Una volta venuta in possesso di dette informazioni, l'Autorità Competente esegue le verifiche del caso presso gli esercizi interessati e la rete di quelli eventualmente collegati, al fine di accertare l'effettivo ritiro dal mercato del prodotto risultato non conforme, come previsto dall'art. 19 del citato Reg. 178/02.

Laddove l'operatore del settore alimentare, a seguito dei controlli effettuati, evidenzi una situazione di non conformità, deve procedere al ritiro dal mercato di prodotti a rischio e darne comunicazione all'Autorità competente; nel caso i prodotti siano già pervenuti al consumatore finale, lo stesso operatore deve provvedere ad informare i consumatori in modo efficace ed accurato mediante procedure di richiamo. Le inadempiente a quanto previsto dal Reg. 178/02 sono punite con le sanzioni amministrative previste dal Dlvo 190/06.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.